29/06/2020
Istituzionale
Numeri positivi presentati all’Assemblea Ordinaria dei Soci di Banca Campania Centro

Si è rinnovato il consueto appuntamento istituzionale dell’Assemblea Ordinaria dei Soci di Banca Campania Centro. Un’assemblea, la 106° della cooperativa di credito, celebrata nella mattinata di lunedì 29 giugno e nel pieno rispetto delle norme anti-covid. Organizzata nella Sala Soci della sede centrale della banca, durante l’assemblea si è approvato il bilancio ed è stato eletto il nuovo collegio sindacale. Un bilancio estremamente positivo e che ha visto la nostra Banca – aderente come ricordiamo al gruppo bancario Iccrea - chiudere il 2019 con un utile di quasi quattro milioni di euro (3.925.204). Un’assemblea sicuramente particolare, “mesta”, come confermato dal vicepresidente vicario Camillo Catarozzo nel ricordare sia il particolare momento storico che stiamo vivendo che il compianto presidente Silvio Petrone.

Questa assemblea arriva a pochi giorni dalla scomparsa del nostro Presidente, Silvio Petrone – ha sottolineato Catarozzo - colui che ha guidato la Banca per 25 anni e che ha rappresentato nel migliore dei modi i valori ad essa sottesi e mesta perché vissuta senza la presenza fisica dei Soci. L’emergenza Covid con le sue norme ha tolto all’Assemblea quella partecipazione diretta che ne fa un momento unico nella vita di una cooperativa. E ha tolto la possibilità di commemorare come si doveva il presidente Petrone. Ma forse ha anche permesso di sottolineare proprio la mestizia del momento”.

Una commemorazione avvenuta, comunque, prima dell’inizio dei lavori assembleari e nella sala consiliare della sede centrale di Banca Campania Centro. Un momento toccante in cui i membri del CdA, del Collegio Sindacale e della Direzione, hanno voluto consegnare alla Signora Silvia Pastorino, vedova di Silvio Petrone e al figlio, Fabrizio, una targa in memoria dell’opera di quello che per tutti, come ha detto il vicepresidente Catarozzo, rimarrà per sempre “Il Presidente”.

Lavori assembleari che, a causa delle norme anti-covid, si sono svolti senza la presenza fisica dei Soci, rappresentati attraverso quello che la legge chiama Rappresentante Designato. Nel caso specifico il Notaio Carlo Carbone, al quale i Soci hanno fatto pervenire le loro dichiarazioni di voto rispetto ai vari punti all’ordine del giorno, tutti approvati dalla maggioranza dei soci tramite le dichiarazioni di voto. 

“Risultati positivi e significativi del lavoro portato avanti dalla Banca – ha dichiarato il Direttore Generale Fausto Salvati – segno evidente che la traduzione in fatti dei Valori propri del Credito Cooperativo sono apportatori di sviluppo per i territori di cui siamo espressione. Siamo stati a fianco alla micro e piccola impresa e alle famiglie non solo con prodotti e servizi, ma anche con una consulenza fatta di attenzione e di vera e propria partnership e senza mai tralasciare l’aspetto sociale. In questo l’opera di tutti i nostri dipendenti è stata fondamentale così come è stata fondamentale la sinergia con la compagine sociale e la governance”.

Eletto anche il nuovo Collegio Sindacale che sarà composto da: Gerardino Metallo (presidente), Maria Anna Fiocco e Ornella Oropallo (sindaci effettivi), Raffaella Messina ed Ernesto Verza (sindaci supplenti).