08/06/2020
Kairos
Il nostro ultimo saluto al presidente Silvio Petrone

I giovani non sono mai banali”. Una frase che il nostro Presidente Silvio Petrone ci ripeteva spesso, praticamente fin da quando è stato fondato il gruppo Kairòs Giovani Soci. Una frase carica di significato e che evidenziava la sua fiducia verso di noi, verso i suoi ragazzi, considerati il futuro sia della nostra comunità che della vita cooperativa di Banca Campania Centro. Il Presidente Silvio Petrone se n’è andato improvvisamente, lasciando un vuoto incolmabile per tutti noi giovani soci. Con lui se n’è andata la certezza di avere un punto di riferimento sempre pronto a consigliarci, a valorizzarci, a darci l’opportunità di dire la nostra. È grazie a lui se Kairòs è cresciuto ed è diventato uno dei gruppi giovani soci più importanti d’Italia, dimostrandosi un’imperdibile occasione di confronto e di miglioramento personale per tanti ragazzi del nostro territorio. Ragazzi che in Kairòs hanno trovato nuove amicizie o nuove opportunità di lavoro grazie alle tante iniziative organizzate sinergicamente con la cooperativa di credito. 

Profondamente proiettato verso il futuro, il presidente è stato per noi una guida che ha sempre saputo prospettarci un domani difficile ma affascinante, da affrontare assieme per superare senza problemi tutte le sfide e le incertezze che il “poi” ci avrebbe riservato. Descrivere l’affetto che il presidente provava per noi non è cosa semplice, viste le costanti manifestazioni di vicinanza che ci ha mostrato. Noi giovani soci Kairòs ci teniamo però a ricordare l’ultima volta che pubblicamente si è rivolto a noi, lo scorso 3 gennaio e in occasione della consegna dei premi scolastici.

Alla presenza di centinaia di ragazzi e di Alessandro Azzi, presidente della federazione lombarda delle BCC e del presidente di Iccrea Banca Giuseppe Maino, il nostro presidente ci ha ancora una volta esortato a non abbandonare i luoghi in cui siamo nati, rassicurandoci di avere sempre la cooperativa di credito al nostro fianco. Parole di amore da parte di un uomo conscio delle nostre difficoltà nel ritagliarci un posto nel mondo ma fiducioso di poter dare ancora un aiuto. E un aiuto, il presidente, lo ha dato anche durante questa pandemia, impegnandosi in prima persona affinché la nostra banca aiutasse le famiglie in difficoltà a causa del coronavirus. Il suo ultimo regalo per una comunità che gli deve tanto e a cui lui ha dato tanto.

Buon viaggio, Presidente, vi salutiamo con questa citazione di Italo Calvino: Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore. Che la sua presenza possa, dall’alto, planare su di noi per guidarci nel nostro prossimo futuro. Grazie di tutto.